CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE



Lunedi 27 settembre '05 alle ore 20.45 in Centro Giovanile c'è stata la prima riunione del nuovo “Consiglio Pastorale Parrocchiale”.
Qualcuno, specialmente tra i più giovani, ha chiesto: ”Che cos’è il Consiglio Pastorale?"
Ecco una risposta di chiarificazione tratta dai documenti ufficiali della Chiesa.
La Costituzione del C.P.P. (Consiglio Pastorale Parrocchiale) è frutto del diffondersi delle grandi idee del Concilio Vaticano II°, riguardanti la “Partecipazione” e la “Comunione” ed è codificato, per la nostra Diocesi di Treviso, nel Sinodo del 1987.
“In ogni Parrocchia deve essere costituito il C.P.P. quale organismo ecclesiale di comunione e di partecipazione dei Fedeli alla missione Pastorale in collaborazione e corresponsabilità con il Parroco”.
Il C.P.P. ha lo scopo di favorire l’azione Pastorale di tutta la Comunità Parrocchiale nel territorio dove questa vive.
Compito del C.P.P. è quello di studiare tutto ciò che riguarda l’attività Pastorale, valutare e verificare se la vita e l’azione del popolo di Dio è in linea col messaggio Evangelico, proporre delle conclusioni pratiche e possibili per il buon cammino della Comunità.
Il C.P.P. è quasi la coscienza di cui si dota la Comunità Parrocchiale per verificare la fedeltà alla sua missione e per orientare e pungolare verso una fedeltà più perfetta.
Da chi è composto?
Nel C.P.P. ci sono il Parroco, il Vicario Parrocchiale, le Suore, un gruppo di fedeli scelti e designati come rappresentanti della Parrocchia e alcune persone che fanno parte di Gruppi e Associazioni Cristiane che operano nella Parrocchia.
Il C.P.P. ha uno Statuto che ne regola gli obiettivi, il programma e le modalità di funzionamento. Dura in carica per 5 anni; per la nostra Parrocchia lo Statuto prevede che il C.P.P. si riunisca in media ogni 2 mesi e attualmente è composto da una trentina di Persone.
In conclusione, i membri del C.P.P. non sono primariamente chiamati a “fare” delle cose, né ad “organizzare” feste e/o celebrazioni; compito predominante del C.P.P. è quello di elaborare le decisioni Pastorali maturate nel confronto vicendevole e favorirne il più ampio consenso possibile nella Comunità Parrocchiale.
Questo (spero) avvenga in Spirito di servizio gratuito e con generosità secondo il modello di Gesù, che è venuto non per essere servito ma per servire.

Il Parroco, don Roberto