Cara sorella e caro fratello,
una famiglia sente, di tanto in tanto, la necessità di riunirsi per rinnovare i legami di affetto che la tengono viva nella comunione di cuori.
La. nostra Diocesi di Treviso è una grande famiglia formata da tanti figli che hanno ricevuto la stessa fede in Gesù e lo stesso battesimo e invocano Dio chiamandolo "Padre".
Come Vescovo e Pastore, invito questa famiglia dei figli di Dio a un incontro straordinario, a una Convocazione Diocesana alla quale tutti possono partecipare.
Assieme ascolteremo la Parola del nostro Dio, perché riscaldi i nostri cuori come infiammò i cuori dei due discepoli di Emmaus.
Rinnoveremo il legame di fede e di amore che ci unisce a Gesù e tra di noi riconoscendo i nostri peccati, infedeltà, compromessi. Con un cuor solo e una sola voce prometteremo di voler essere una Chiesa di "adoratori e missionari" per diffondere in ogni ambiente il Vangelo di Gesù, il Vangelo dell'Amore.
A conclusione della Convocazione consegnerò a tutti una mia "Esortazione pastorale" che indica le vie su cui cammineremo i prossimi anni seguendo la volontà del Signore.
Cara sorella e fratello, anche tu sei battezzato e membro della nostra Chiesa diocesana; per questo ti invito personalmente a partecipare a questa Convocazione che vivremo a Treviso nel pomeriggio del prossimo 6 giugno.
Se senti che lo Spirito del Signore ti chiama ad esserci, puoi rivolgerti al tuo parroco per avere indicazioni più dettagliate.
Invoco su di te e su tutta la nostra Chiesa diocesana una particolare benedizione pasquale.