FORUM: Guida all'uso


Leggi la guida
Abbiamo pubblicato sul forum una guida per permettere a tutti coloro che non ne hanno mai utilizzato uno di imparare pian piano come usarlo e cosa è possibile fare con esso.
È vero che ora servirsene non è facile perchè è scritto tutto in inglese, ma con la guida che abbiamo preparato potrete registrarvi e capire come aprire una nuova discussione o rispondere ad una già esistente.
Molto presto il forum sarà disponibile anche in lingua italiana....

Ma che cos'è un forum?
(fonte: HTML.IT)

I forum (o message board o conferenze o bacheche elettroniche) non sono altro che luoghi d'incontro virtuali dove un certo numero di persone si ritrovano per discutere argomenti d'interesse comune. Si tratta in sostanza di una o più pagine web dove è possibile inviare un messaggio che tutti gli altri utenti leggeranno ed eventualmente commenteranno, dando vita a discussioni di ogni genere e lunghezza sugli argomenti più disparati. Come nel caso delle mailing list, siamo di fronte a una modalità comunicativa asincrona, nel senso che la gente non è obbligata a trovarsi contemporaneamente nello stesso luogo (virtuale o meno) per poter comunicare, condizione che è invece imprescindibile nel caso, per esempio, delle chat.
Da un punto di vista "storico", i forum derivano direttamente dalle BBS (Bulletin Board System), banche dati in genere di carattere amatoriale, che hanno per molti versi aperto la strada all'avvento di Internet. La prima venne realizzata nel 1978 da Ward Christensen e Randy Suess. Tramite le BBS, a suo tempo gestite da appassionati capaci di lavorarci sfruttando ogni briciola di tempo libero, era possibile fruire di servizi come la posta elettronica, il download di file shareware e freeware, a volte le chat in tempo reale e, naturalmente, i forum. La differenza più consistente rispetto ad Internet era (ed è ancora) questa: per collegarsi è necessario comporre il numero telefonico del computer del gestore, vale a dire che nel caso questi non si trovi nella città del chiamante è necessaria una telefonata interurbana. Esiste una rete, Fidonet che collega BBS di tutto il mondo e consente di fruire gratuitamente di alcuni servizi chiamando un nodo locale. In realtà le BBS oggi sono poco più che un passatempo per appassionati, anche perché molte delle energie e delle iniziative nate all'interno di questi sistemi si sono trasferiti direttamente su Internet, più facile da utilizzare e universalmente diffusa.

Analoghi, ma tutt'altro che identici ai forum, sono i newsgroup, gruppi di discussione organizzati in gerarchie che definiscono un certo ambito tematico e in sottogerarchie che segmentano ulteriormente i temi affrontati. Per esempio, la gerarchia it. raccoglie tutti i gruppi in lingua italiana, la sottogerarchia it.comp raccoglie le discussioni in lingua italiana che riguardano i computer, ecc. ecc. I newsgroup, accessibili anche da Internet, sono oggi praticamente innumerevoli, e coprono tutti i campi dello scibile, dal cinema all'apicultura, dall'ICT all'uncinetto, dalla formula 1 alle sinfonie di Beethoven.

I forum veri e propri sono invece delle pagine web a tutti gli effetti e la loro collocazione più tipica è proprio all'interno dei web site che utilizzano i forum come strumento di community. Come ormai ogni webmaster sa bene, organizzare e gestire una community, la più ampia e "affezionata" possibile, è un'esigenza vitale per qualunque sito ambisca ad andare un po' più in là della pura funzione domestica. Bene, pochi strumenti, o forse nessuno, hanno le stesse potenzialità dei forum nel caso si voglia creare una comunità web. E questo per tutta una serie di ragioni, perfettamente individuate dall'ottimo libro scritto da Ami Jo Kim e pubblicato da Apogeo: Costruire comunità Web.

Dare la sensazione di un luogo specifico. A differenza delle mailing list, i forum possono essere, e spessissimo sono, integrate direttamente all'interno di un sito Web. Questa caratteristica contribuisce in maniera rilevante a creare, fra persone geograficamente distanti, quella sensazione di appartenenza che è il sale di ogni community.
Offrire un contesto visibile alla conversazione. I forum, a differenza delle mailing list, forniscono immediatamente il contesto di ogni discussione, favorendo in questo modo l'inserimento dei nuovi arrivati, che possono rapidamente rendersi conto sia dell'argomento oggetto del dibattito sia delle opinioni espresse in proposito.
Incoraggiare diramazioni e sottogruppi. All'interno del tema principale esistono sempre sottotemi specifici, singoli problemi intorno ai quali tutti gli iscritti possono confrontarsi e discutere. Ciò consente a comunità anche molto numerose di frazionarsi in maniera naturale, rendendo più semplice la gestione dell'intera community. Nel caso di un tema scottante, in una mailing list c'è il serio rischio che la mail box vada in tilt in tempi anche molto brevi - rischio che nel caso dei forum semplicemente non esiste.
Introdurre immagini nella conversazione. L'inserimento di immagini direttamente nei testi o almeno l'attivazione di link per poterle raggiungere è un'opzione che ormai quasi tutti i pacchetti per bacheche elettroniche consentono di configurare. Anche qui, si tratta di aiutare i membri a sentirsi coinvolti in maniera più diretta e personale, e offrire loro l'opportunità di esprimersi in maniera grafica, oppure di far circolare una foto per poterne meglio discutere, indubbiamente contribuisce allo scopo.
Tenere traccia della storia della comunità. In genere, i software o i servizi on-line per la gestione dei forum consentono di archiviare tutti i messaggi inseriti, altri invece cancellano i messaggi anteriori a una certa data. Conservare i testi in archivio è di fatto una delle funzioni più utili, e questo almeno per due ragioni: la prima è che si può avere costantemente presente tutta la storia della comunità, studiare i suoi interessi e la loro evoluzione nel tempo; la seconda è che curiosando qua e là i nuovi arrivati possono rendersi rapidamente conto di come funzioni il posto in cui sono capitati.
Riassumendo, i forum sono strumenti utilissimi per chiunque voglia creare un qualche tipo di community on-line. Tramite le bacheche elettroniche è infatti possibile porre domande e ottenere risposte; incoraggiare conversazioni approfondite; gestire conversazioni ad alto volume di traffico senza rischiare di perdere il controllo o di ingolfare alcunché; fornire contesto, storia e senso del luogo.

Staff ParrocchiaTrebaseleghe